PERCHÈ UN CENTRO STUDI

L’obbiettivo perseguito dal CENTRO STUDI “Teilhard de Chardin per il futuro dell’uomo” è quello di continuare a tenere viva e sonora la profonda eco di ricerca e studio, parte del prezioso ed originalissimo patrimonio lasciatoci in eredità dal padre gesuita francese Pierre Teilhard de Chardin – che caratterizza l’abbraccio rinascimentale tra uomo, natura e spiritualità.





EDUCARE PER IL FUTURO DELLL’UOMO



(Incontro di presentazione del CSTDC)

07  maggio 2024                                              Modulo iscrizione                 Sezione dedicata con programma

TEMA DEL MESE...

Rinascita in cielo di padre Teilhard

Il 69.mo anniversario della rinascita in cielo di padre Teilhard, ci invita a vivere la Pasqua nella giusta luce; ci accompagna questa sua parola:

Contiamo sul Cristo sempre più grande onde aiutare il nostro sforzo a farlo regnare, per costante adesione alla sua Chiesa, dall’interno

(Lettera a J. Mortier, 20 ottobre 1954)

Questa prospettiva ci accompagnerà lungo tutto questo anno 2024, dedicato da papa Francesco alla PREGHIERA: nell’ottica giubilare che ci attende nel 2025, a Roma, per la celebrazione con tutta la chiesa universale del GIUBILEO DELLA SPERANZA.

Tanto lungo quest’anno, quanto altrettanto nel prossimo, potremo anche come CENTRO STUDI partecipare al dinamismo ecclesiale -ravvivato dal percorso sinodale- proprio nello spirito suggerito dal pensiero citato di padre Teilhard: una partecipazione viva, intensa, ma non concepita in senso confessionale (di comunità chiusa in se stessa), bensì proiettata all’esterno verso il mondo intero, secondo quella bella espressione ideata da papa Francesco = la “chiesa in uscita”, sacramento del mondo (Lumen Gentium)

Teilhard de Chardin

Teilhard de Chardin scrive:

“Contiamo sul Cristo sempre più grande onde aiutare il nostro sforzo a farlo regnare, per costante adesione alla sua Chiesa, dall’interno”

Ultima segnalazione

SEGNALAZIONE 23

CHIEDERE LA PACE: maratona di lettura a cura di LMB Quando la pace fatica a farsi strada nei negoziati tra Stati, adotta altri modi per alimentare il suo sogno di profezia. Incontri, marce, condivisione di storie, azione collettiva. Maratone di lettura. Leggi e ascolta il nostro appello alla pace : tra le persone, nella società in cui viviamo, tra gli Stati. Abbiamo bisogno della pace raggiunta con mezzi pacifici: dialogo, comprensione delle prospettive dell’altro, pensiero critico, rifiuto della violenza . L’EoF Reading Marathon for Peace è una catena di voci che leggono parole e storie di pace: le voci sono quelle di lettori volontari, bambini, giovani e adulti; le parole sono quelle di libri scritti da autori di tutto il mondo, brani di narrativa, poesie, interviste e altro ancora. La letteratura ha sempre saputo indagare ed esprimere la realtà dei conflitti armati in tutta la loro drammaticità, cogliendone le strategie di potere, le assurdità e le sofferenze. Ma la letteratura è anche piena di pagine che ci fanno capire come prepararci alla pace, come pensarla e come evitare

Continua a leggere »

IN VETRINA

Il sacro nella storia dell’umanità

UN LIBRO AFFASCINANTE Un libro agile che imposta in modo perfetto il pensiero umano di Julien Ries (Autore) Nuova pubblicazione della Jaca Book sugli studi del grande gesuita belga Julien Ries (1920-2013 ), storico delle religioni nominato cardinale da Benedetto XVI: un vero cultore e stimatore dell’opera di Teilhard. Da più di un secolo il sacro, inteso come rapporto fra l’uomo e il divino, occupa un posto di rilievo nella storia delle religioni. Nel Novecento, grazie agli studi di Georges Dumézil e di Mircea Eliade, vengono identificate le articolazioni portanti del fenomeno religioso. Julien Ries è erede di questa importante tradizione antropologica del XX secolo e portatore di una nuova istanza nell’antropologia religiosa. La

Continua a leggere »

Ultimo saggio

Il paradigma e l’enigma

di Pier Giuseppe Pasero La bellezza tra poesia della natura e storia come poema Con richiami al pensiero evolutivo di Pierre Teilhard de Chardin Nota introduttiva ∼ Coinvolti nei flussi di una società che ha smesso di cercare la verità e preso le distanze da ogni pensiero forte quale pensiero fondante, da tempo ci battiamo, almeno in teoria, per sostituirne il comprensibile venir meno con l’affermazione di princìpi di giustizia, di valori e di diritti. S’affacciano così nuove modalità di pensare e progettare l’esistenza umana. Modalità che, sospese al soggetto o al gruppo sociale che le rivendica, generano per intrinseca e differenziata energia un diffuso relativismo. Questo fenomeno, al

CONTINUA  A LEGGERE »

CRONACHE TEILHARDIANE

Il card. Raniero Cantalamessa cita Teilhard

a cura di LMB Da mensile Frate Indovino, n. 11 – 2023, p. 1 Presentando la recente Esortazione apostolica di papa Francesco, “Laudate Deum” (Lodate Dio), il Cardinale padre Raniero Cantalamessa, OFM Cap, esordisce affermando che “quella di papa Fracesco, insieme a quella di altri leader religiosi e uomini di scienza, è l’unica voce libera da interessi ideologici e nazionalistici (e perciò credibile!) che si leva oggi in difesa del creato, dell’umanità di domani e dei poveri di oggi: la storia gliene darà atto …”. Proseguendo nel suo commento, egli

Leggi Tutto »

TESTIMONIANZE

Addio a Notker Wolf

a cura di LMB Un religioso con grande apertura alle tematiche della scienza, affinità vicine alla nostra sensibilità. Werner Wolf, questo il suo nome al secolo, era nato nel 1940 a Bad Grönenbach, in Baviera. Era entrato nell’ordine benedettino nel 1961. Nel suo periodo di formazione aveva studiato oltre che filosofia e teologia a Roma, anche zoologia, chimica inorganica e storia dell’astronomia a Monaco (al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo insegnò dal 1971 al 1978 filosofia della scienza). Nel 1977, a soli 37 anni, era stato eletto arciabate

Leggi Tutto »

RIVISTA

Il filo mai spezzato di una storia in evoluzione: così si potrebbe definire la retrospettiva in grado di spiegare la testata di questa Rivista.
Una storia, dunque, nel segno della continuità e della coerenza.